Studi di psicologia dell’educazione

Studi di psicologia dell'educazione

Studi di psicologia dell’educazione

Fare teatro, nel senso di imitare la realtà, è un gioco che si apprende sin da bambini quando si riproducono i modelli comportamentali degli adulti. L’autrice, avvalendosi anche delle osservazioni di Piaget ed Erikson,parte da questo aspetto del “fare teatro” per poi allargare la visuale al valore sociale della rappresentazione che, secondo Durkheim, facilita la comunicazione dei membri di un gruppo.

In questo ambito teorico si inserisce il progetto del Teatro d’AnimAzione nelle Università, che nascerebbe, a detta dell’autrice, da un vero e proprio bisogno degli studenti di “essere e divenire azione”. L’idea di base è quella di rendere dinamico il sapere e di consentire ai ragazzi di rielaborarlo in modo creativo per facilitare non soltanto l’apprendimento ma per permettere loro di intraprendere un percorso di consapevolezza di sè rispetto agli altri. Il fare teatro in un contesto di studi recupera quindi la dimensione sociale e aggregante del sapere, troppo spesso trascurata nell’ambiente accademico.