Genitori nella rete del bullismo

 

«In quel confine pubb8labile tra la violenza e la routine di una vita che si evolve interviene una figura fondamentale: l’educatore.Dapprima il bambino riconosce l’autorità nei genitori o in parenti e amici più grandi che stimano.

Da qui – inconsapevolmente – ricava il contesto di regole e norme condivise su cui si baserà tutta la sua vita, anche e soprattutto nel rapporto con gli altri. In età scolare subentrano, poi, i maestri e le maestre, i docenti nelle scuole.

I ragazzi, con gli attuali stimoli, hanno spesso degli interessi che vanno oltre la scuola. Allora un maestro di canto, di ballo o di recitazione può divenire una figura stimata e, quindi, una figura autorevole e anche un punto di riferimento.

Il Teatro d’Animazione Pedagogico della professoressa Giovanna Pini è una didattica sicuramente alternativa che trasmette ai ragazzi la capacità di vivere in modo sano la vita sociale e scolastica.

Si tratta di educatori che hanno una grande – e meravigliosa – responsabilità».